www.robertoaccardi.com

LA STORIA DEI CAMPIONATI DEL MONDO DI SURFCASTING

LA STORIA DEI CAMPIONATI DEL MONDO DI SURFCASTING

LA STORIA DEI CAMPIONATI DEL MONDO DI SURFCASTING

PARTE 1 – I RISULTATI INDIVIDUALI

 

Ricostruire la storia dei campionati del mondo di surfcasting è sempre stato uno dei miei pallini principali, e non è da meno l’aspetto statistico con tutte le curiosità che è in grado di mettere in evidenza. Lo stesso ovviamente vale per ogni forma di competizione (servizi analoghi li scriverò anche sui campionati italiani, ad esempio). In questi due decenni ho assistito a qualche tentativo di costruire varie forme di ranking, ma a mio avviso bisogna puntare più su dati oggettivi piuttosto che legare le elaborazioni a fattori per i quali poi, ad esempio, i primi classificati risultano poi essere gli unici ad aver partecipato agli ultimi quattro campionati del mondo (il merito di esserci stati è indiscutibile, ma non di più).

È così che il mio database con il passare degli anni e con la costante ricerca dei dati, è diventato sempre più completo, e sempre più in grado di tirar fuori dei dati che in rete (per ora) non si trovano.

Questo articolo non è altro che il proseguimento di un servizio che scrissi diversi anni fa per Pescare edizione mare, e che ebbe un notevole successo proprio per la sua particolarità. Prima di andare a scovare i vari numeri, vi dico che per uniformità di dati, benché la prima classifica in mio possesso risalga al 1984, le statistiche prenderanno in considerazione il periodo dal 1990 ad oggi, momento in cui il campionato del mondo si è assestato sulle quattro prove (a parte il 1992 in cui si disputarono cinque manche valide, ma in fase di elaborazione statistica si è rispettata anche questa anomalia).

Per questioni di ordine i primi dati che voglio farvi vedere sono quelli relativi all’albo d’oro individuale maschile:

 

ALBO D’ORO INDIVIDUALE

CAMPIONATO DEL MONDO DI SURFCASTING MASCHILE

YEAR PLACE RANK NOME TEAM
1990 Olanda 1 Franken Willy Olanda
1991 Francia 1 Kearney Michael Irlanda
1992 Spagna 1 Martinez Eduardo Spagna
1993 Italia 1 Guaschino Michele Italia
1994 Belgio 1 Hall Mike Galles
1995 Portogallo 1 Kunz Alois Germania
1996 Irlanda 1 Clark Chris Inghilterra
1997 Inghilterra 1 Arch Joe Galles
1998 Danimarca 1 Jones Jimmy Galles
1999 Portogallo 1 Perez Xavier Spagna
2000 Italia 1 Osullivan Timothy Irlanda
2001 Francia 1 Nunes Jose Portogallo
2002 Belgio 1 Price Alan Galles
2003 Portogallo 1 Acket Stephane Francia
2004 Inghilterra 1 Allmark Steve Inghilterra
2005 Italia 1 Perez Xavier Spagna
2006 Portogallo 1 Alcantara Luna David Spagna
2007 Brasile 1 Hennekam Jan Olanda
2008 Francia 1 Trindade Artur Portogallo
2009 Montenegro 1 Afonso Jose Portogallo
2010 Sud Africa 1 Jansen Botha Namibia
2011 Italia 1 Saugar Gonzalo Jose Carlos Spagna
2012 Olanda 1 Price Alan Galles
2013 Spagna 1 Barranquero Carlos Cuesta Spagna
2014 Francia 1 Cordeiro Joao Portogallo
2015 Portogallo 1 Lubiato Mathieu Francia
2016 Irlanda 1 Mulchay Alan Irlanda
2017 Sud Africa 1 Peene Frank Olanda

 

Come non notare che solo 6 volte abbia vinto il titolo individuale un appartenente alla nazione che giocava in casa. Se contiamo che le edizioni analizzate sono 27, ci rendiamo conto di quanto sia superficiale dire: “eppure giocava in casa…”.

Dando un rapido sguardo si capisce subito quali siano le nazioni che nella storia hanno ottenuto più vittorie, ma io voglio riassumerlo in quest’altra scheda che illustra il medagliere, sempre relativo ai risultati individuali del surfcasting mondiale maschile:

 

MEDAGLIERE PER NAZIONI DELLE VITTORIE INDIVIDUALI

CAMPIONATO DEL MONDO DI SURFCASTING MASCHILE

TEAM GOLD SILVER BRONZE
Spagna 6 5 3
Galles 5 2 3
Portogallo 4 5 3
Irlanda 3 2 0
Olanda 3 1 1
Francia 2 0 2
Inghilterra 2 6 5
Germania 1 2 3
Italia 1 1 1
Namibia 1 0 0
Belgio 0 2 2
Scozia 0 1 3
Tunisia 0 1 0
Croazia 0 0 1
Brasile 0 0 1

 

La Spagna è riuscita a piazzare i suoi atleti sul podio per ben 14 volte, e di queste ben 6 medaglie d’oro! Pensate invece all’Inghilterra che ha una sola medaglia in meno della Spagna (13) ma ha solo due medaglie d’oro. Lo score di Galles e Portogallo completano un podio che la dice lunga su quali siano oggettivamente le nazioni più forti.

Per pura informazione e per legittimo riconoscimento le nostre tre medaglie individuali sono state di Michele Guaschino in Italia (ORO – 1993 – CT Alberto Belfiori), Paolo Paolicchi in Italia (ARGENTO – 2000 – CT Rudy Anselmo), e di Stefano Guido in Sud Africa (BRONZO – 2010 – CT Roberto Accardi).

Ora proviamo a guardare tutti i campioni del mondo individuali sotto un’altra chiave di lettura: quali sono state le migliori vittorie? Quelle più nette, quelle più schiaccianti!

Prima di commentare, guardate un po’ qua:

 

LE 10 VITTORIE PIU’ SCHIACCIANTI

CAMPIONATO DEL MONDO DI SURFCASTING MASCHILE

  YEAR PLACE NOME TEAM PENALITY DAY RESULTS AVERAGE
1 1999 portogallo Perez Xavier Spagna 7,00 1+3+2+1 1,75
2 2013 spagna Barranquero Carlos Cuesta Spagna 11,00 5+4+1+1 2,75
3 1997 inghilterra Arch Joe Galles 13,00 1+2+7+3 3,25
4 2003 portogallo Acket Stephane Francia 17,00 6+6+4+1 4,25
5 2009 montenegro Afonso Jose Portogallo 19,00 4+6+5+4 4,75
6 2004 inghilterra Allmark Steve Inghilterra 23,00 3+1+17+2 5,75
7 2005 italia Perez Xavier Spagna 23,00 1+1+2+19 5,75
8 1996 irlanda Clark Chris Inghilterra 28,00 23+2+1+2 7,00
9 1998 danimarca Jones Jimmy Galles 28,00 2+1+24+1 7,00
10 2002 belgio Price Alan Galles 31,00 11+6+13+1 7,75

  

La vittoria di Xavier Perez (Spagna) nel 1999 in Algarve Portogallo è al momento la vittoria più schiacciante della storia dei campionati del mondo di surfcasting. A quella vittoria in particolare ho assistito in diretta, in quanto stavo partecipando al mio primo mondiale, e pensate… Xavier vinse con 7 penalità in quattro giorni, io arrivai nono assoluto con 79 penalita… :O

Ho assistito personalmente anche alla seconda miglior performance della storia (in questo caso però ero il CT), quella di Carlos Barranquero, anche lui spagnolo, anche lui fece quattro primi di settore in quattro giorni, ma con qualche penalità in più. Prima di analizzare le medie, anche il titolo di Joe Arch (Galles) è eccezionale: tre primi e un secondo di settore per 13 penalità in totale.

Le medie degli spagnoli lasciano a bocca aperta: Xavier riuscì a piazzarsi tra i primi tre assoluti di manche tutte e quattro le manche, mentre Carlos fece di pochissimo peggio (sempre nei primi cinque). In ogni caso si tratta di prestazioni che difficilmente potranno essere migliorate. Complimenti! 🙂

Se poi andiamo a scorrere le migliori dieci vittorie individuali ci rendiamo subito conto leggendo i nomi che ci sono le leggende del surfcasting internazionale. Due di questi sono anche già stati intervistati da me, mentre gli altri lo saranno in futuro! Se vi ho messo curiosità andate a leggere le loro risposte su intervista a Joe Arch (Galles) e intervista a Jose Afonso (Portogallo). E vi anticipo che la prossima sarà proprio al recordman di questa speciale classifica: Xavier Perez.

SOLO DUE PERSONE…

Una speciale menzione va alle uniche due persone che sono state capaci di vincere due volte il titolo di campione del mondo individuale: Xavier Perez (Spagna) e Alan Price (Galles). Lo spagnolo ha vinto il primo titolo nel 1999 in Portogallo, e il secondo nel 2005 in Italia. Per il gallese invece la prima vittoria fu in Belgio nel 2002, e la seconda esattamente dopo 10 anni, ossia nel 2012 in Olanda.

Sempre in ambito individuale, ora vi voglio parlare di un altro medagliere… quello che secondo me dovrebbe funzionare da stimolo per tutti per una scalata nel tempo, un po’ come funziona con le classifiche dei gol dei calciatori nella storia del calcio. Sto parlando del mio medagliere preferito, ovvero quello che assegna una “medaglia d’oro” per ogni primo di settore, una “medaglia d’argento” per ogni secondo di settore, e una “medaglia di bronzo “ per ogni terzo di settore ottenuto durante una delle quattro manche ufficiali dei campionati del mondo: ecco cosa viene fuori:

 

MEDAGLIERE INDIVIDUALE

CAMPIONATO DEL MONDO DI SURFCASTING MASCHILE

  PLAYER TEAM GOLD SILVER BRONZE
1 Allmark Steve Inghilterra 11 8 2
2 Clark Chris Inghilterra 10 4 10
3 Arch Joe Galles 9 12 7
4 Martinez Eduardo Spagna 9 6 5
5 Price Alan Galles 9 6 4
6 Silva Ricardo Portogallo 9 3 5
7 Robles Miguel Angel Andreu Spagna 9 3 0
8 Golds Ian Inghilterra 8 12 11
9 Afonso Jose Portogallo 8 10 2
10 Perez Xavier Spagna 8 5 1
11 Barranquero Carlos Cuesta Spagna 7 1 0
12 Jones Jimmy Galles 6 1 1
13 Saugar Gonzalo Jose Carlos Spagna 6 1 0
14 Owen Peter Inghilterra 5 8 6
15 Cresswell Stuart Scozia 5 7 3
16 Willaert Christiaen Belgio 5 7 0
17 Hennekam Jan Olanda 5 4 2
18 Esclusa Muixi Jose Ramon Spagna 5 2 2
18 Yates Richard Inghilterra 5 2 2
20 Verissimo Mario Portogallo 5 2 1
21 Newland Darren Inghilterra 5 1 3
22 Page Saul Inghilterra 4 4 5
23 Neil David Scozia 4 2 4
24 Grossmann Gunther Germania 4 2 2
25 Caballero Dominique Francia 4 2 0
26 Santos Jose Portogallo 4 1 2
27 Peene Frank Olanda 4 1 1
28 Pylyser Maurice Belgio 4 0 2
29 Miserendino Riccardo Italia 4 0 1
30 Santos Victor Portogallo 4 0 0
31 Acket Stephane Francia 3 5 4
31 Westgarth Bernard Inghilterra 3 5 4
33 Yates Alan Inghilterra 3 4 4
34 Paolicchi Paolo Italia 3 3 6
35 Santana Mario Portogallo 3 3 3
36 McCartney Scott Scozia 3 3 2
37 Materazzo Lino Italia 3 3 0
38 Bilic Alen Croazia 3 2 5
39 Burkhardt Andreas Germania 3 2 2
39 Goossens Eric Olanda 3 2 2
39 Westdorp Kees Olanda 3 2 2
42 Mulchay Alan Irlanda 3 2 1
42 Trindade Artur Portogallo 3 2 1
44 Accardi Roberto Italia 3 2 0
45 Buckley William Scozia 3 1 4
46 Connell James Scozia 3 1 3
47 Flipse Marien Olanda 3 1 2
47 Secchiaroli Lorenzo Italia 3 1 2
49 Tabernet Santiago Santamaria Spagna 3 1 1
50 Bastiat Kevin Francia 3 1 0
50 Lubiato Mathieu Francia 3 1 0
50 Mainas Mario Italia 3 1 0
50 Villard Jeanbaptiste Francia 3 1 0
54 Lewis Kevin Scozia 3 0 3
55 Borges Rivero Gabriel Spagna 3 0 2
56 Nunes Fernando Portogallo 3 0 1
56 Nunes Jose Portogallo 3 0 1
58 McAdam Thomas Irlanda 3 0 0
58 Tavola Alessandro Italia 3 0 0
60 Senis Riccardo Italia 2 5 3
61 Fraser James Galles 2 5 1
62 Meyfroodt Eric Belgio 2 5 0
63 Wintein Daniel Belgio 2 4 4
64 Dekker Frank Olanda 2 4 2
65 Rijnberg Arjan Olanda 2 3 6
66 Stevens Paul Inghilterra 2 3 4
67 Timmerman Koen Belgio 2 3 3
68 DeBrito Julio Cesar Alves Brasile 2 3 2
68 Lindhout Remi Olanda 2 3 2
70 Gerald John Galles 2 3 1
70 Goudie Jockie Scozia 2 3 1
70 Perret Robert Francia 2 3 1
70 Selleslagh Jonathan Francia 2 3 1
74 Russell Shane Galles 2 2 10
75 Verryckt Yve Belgio 2 2 5
76 Grossmann Dieter Germania 2 2 3
77 Bressers Henk Olanda 2 2 1
77 Fischer Thomas Germania 2 2 1
77 Galassi Vittorio Italia 2 2 1
77 Granadeiro De Moura Paulo Cesar Brasile 2 2 1
77 Smith George Inghilterra 2 2 1
82 Corker Peter Galles 2 2 0
82 Hutchins Andrew Galles 2 2 0
84 Ruiz Lorenzo Spagna 2 1 4
85 Decoster Yann Francia 2 1 3
85 Moise Gabriel Francia 2 1 3
87 Mallard Michel Francia 2 1 2
88 Pearcy Mark Galles 2 1 1
88 Sikiric Marko Croazia 2 1 1
88 Tilly David Irlanda 2 1 1
91 Malvagna Filippo Italia 2 1 0
91 Coimbra Nelson Portogallo 2 1 0
91 Jersch Bernd Germania 2 1 0
91 Sauer Uwe Germania 2 1 0
91 Timmerman Herman Belgio 2 1 0
91 Xavier Antonio Portogallo 2 1 0
97 Mckee Harry Snr Irlanda 2 0 3
97 Municchi Carlo Andrea Italia 2 0 3
99 Cordeiro Joao Portogallo 2 0 2
99 Franken Willy Olanda 2 0 2
99 Purschell Werner Germania 2 0 2
99 Vigreux Stephane Francia 2 0 2

 

Anche in questo caso i dati considerano i campionati del mondo dal 1990 in poi.

Ora qualche curiosità:

294 persone nel mondo possono dire di aver fatto almeno un primo di settore ad un campionato del mondo

519 persone nel mondo possono dire di aver fatto almeno un piazzamento (1° o 2° o 3°) di settore

Nella TOP 100 come avrete sicuramente notato c’è il predominio anglosassone: Steve Allmark (Inghilterra) è quello che ha totalizzato più primi di settore nella storia, ben 11 e per 21 volte è stato tra i primi tre di settore. Poco inferiore i 10 primi di settore di un altro veterano inglese: Chris Clark. Joe Arch (Galles) completa la top 3 con ben 28 piazzamenti!!! Ma per piazzamenti totali chi prevale è un altro inglese: Ian Golds con 31 piazzamenti totali.

Per onore della cronaca la nazionale inglese è tra quelle squadre che nella sua storia ha subito meno variazioni, e quindi a tanti piazzamenti corrispondono anche tante partecipazioni: con questo non voglio assolutamente sminuire il loro risultato! C’è chi ha le stesse partecipazioni e meno della metà dei risultati sia chiaro! Complimenti!

Subito dietro il trio anglosassone si può dire che c’è la maggior parte della storia del surfcasting mondiale: alcuni non gareggiano più, altri si, ma quello che hanno ottenuto durante le loro partecipazioni rimarrà per sempre in questi numeri.

Il migliore degli italiani è Riccardo Miserendino, 29° con 4 primi di settore e un terzo di settore. Con tre primi di settore altri componenti storici della nostra nazionale: Paolo Paolicchi, Lino Materazzo, Roberto Accardi, Lorenzo Secchiaroli, Mario Mainas, Alessandro Tavola.

IMPORTANTE: Potrebbero esserci alcuni errori dovuti alla non omogeneizzazione dei dati. Soprattutto con quei nomi o cognomi particolari, spesso sbagliati anche nelle classifiche ufficiali, potrebbero esserci delle piccole imprecisioni: se qualcuno dovesse notarne per favore mi mandi un messaggio che provvedo alla correzione.

Per concludere questo servizio non può certo mancare il medagliere dei piazzamenti individuali, questa volta però anziché essere raggruppati per nome, saranno raggruppati per nazioni:

 

MEDAGLIERE INDIVIDUALE PER NAZIONI

CAMPIONATO DEL MONDO DI SURFCASTING MASCHILE

TEAM GOLD SILVER BRONZE TOT
Spagna 80 60 42 182
Portogallo 71 41 33 145
Inghilterra 63 63 66 192
Galles 46 52 42 140
Italia 45 46 46 137
Francia 43 41 51 135
Olanda 42 44 53 139
Germania 40 42 33 115
Scozia 33 27 28 88
Belgio 28 48 39 115
Irlanda 26 30 37 93
Brasile 13 16 23 52
Croazia 10 12 16 38
Sud Africa 6 4 3 13
Tunisia 3 10 6 19
Gibilterra 3 6 6 15
Lussemburgo 3 3 6 12
Sud Africa 2 6 5 13
Grecia 2 1 3 6
Namibia 1 2 5 8
Montenegro 1 0 1 2
Austria 0 1 2 3
Slovenia 0 0 3 3
Angola 0 0 1 1

 

Benché l’Inghilterra abbia totalizzato più piazzamenti di tutti (primi, secondi e terzi di settori), chi ha totalizzato più primi di settore è la Spagna: ben 80 primi dal 1990 ad oggi!

Impressionante anche lo score del Portogallo, che ha una percentuale di primi di settore altissima! Su 145 piazzamenti ben 71 primi di settore.

Quando ci sono queste carrellate di dati le parole servono a pochissimo. Sono sicuro che sarà più interessante leggerle in tutta tranquillità quindi con questi dati vi lascio, e l’appuntamento con la PARTE 2 riguarderà la storia, le statistiche, e in generale i dati relativi ai risultati per nazioni maschile.

Se vi è piaciuto l’articolo vi chiedo solo il favore di condividerlo nella vostra bacheca 🙂

P.S. I hope plug-in translator works well 🙂

6 Commenti

  1. giuseppe floris

    Complimenti sei anche meglio di un ex ex bancario come me che tutta la vita ha maneggiato solo numeri e statistiche varie …bel lavoro !!!!!

    Rispondi
  2. Christian Soro

    Bravo Roby

    Rispondi
  3. Raniero Tosoni

    BELLISSIMO LAVORO ROBERTO, ERA ORA CHE QUALCUNO LO FACESSE.
    RANIERO TOSONI

    Rispondi
    1. Roberto Accardi (Autore Post)

      Grazie Raniero 🙂 appena completerò i campionati del mondo passerò a quelli italiani 😉

      Rispondi
  4. José Afonso

    Thanks Roberto
    Excelent job.

    Rispondi
    1. Roberto Accardi (Autore Post)

      Thank you, too! you help me with some data 🙂

      Rispondi

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi